Corrado Rainaldi


Corrado Rainaldi, affermato avvocato penalista, al termine della sua lunga carriera si è misurato con la scrittura dando vita ad una serie di fortunati romanzi e racconti. In essi ha saputo trasfondere – distillandone il messaggio umano e sociale – le esperienze vissute, raccontando con garbo e ironia “il difficile mestiere del vivere” con un occhio a quel lato oscuro dell’uomo che lo porta, talvolta, a derogare dalle regole naturali per avventurarsi oltre i limiti della legalità e della giustizia.

Principali opere dello stesso autore:

  • L’eredità di zio Eusebio
  • I racconti del mezzo toscano
  • Il rovescio della tela
  • Sei donne del cerchio di giada
  • I nuovi racconti del mezzo toscano
  • Il biciclettaio
  • Il lido verde
  • Altre toghe
  • Lo scrittore deve morire
  • Racconti di pesca
  • Mezze liriche per stanotte
  • La tiritera della foglia testarda

Maria Graziana Baccelli


Maria Graziana Baccelli, Eclettica e curiosa di ogni espressione artistica come del resto lo è della vita, Maria Graziana Baccelli dopo la laurea in Lettere Moderne conseguita presso l’Università di Pisa, ha diviso la sua vita tra la famiglia e la cultura. Ama la cucina, il ballo e il nuoto. Organizzatrice di eventi culturali e concerti lirici in Lucca e provincia; membro del Comitato Organizzatore del Premio Massarosa; socia del circolo culturale Michele Marcucci, ha organizzato la collettiva di pittura “Arte e Solidarietà” nel 2005; socia dell’Istituto Storico Lucchese; membro del Consiglio Direttivo dell’Associazione Culturale onlus Il Sicomoro; Presidente dell’ASD Jump Spazio Dinamico. Dal 2012 collabora col Circolo Culturale “Borgo di Genere” di Pieve a Elici dove si interessa del settore dedicato alla poesia. Dal gennaio 2013 porta avanti con Lorenzo Biagi un corso di dizione, tecnica vocale, espressività della parola cantata e parlata per bambini e ragazzi delle scuole elementari e medie.
Diario Versiliese è la sua opera prima di narrativa.


Mario Basile


Mario Basile, classe 1969, si dimostra fin da ragazzo attratto dalle spy story e dai Thriller cui quali dedica gran parte del tempo libero.
Per lungo tempo l’attività lavorativa lo tiene lontano da quella che scopre essere una sua passione segreta: la scrittura. Solo da poco tempo, e dopo aver finalmente ritrovato la serenità a fianco della nuova moglie Lina, con la quale vive nella sua amata Napoli, ha iniziato a cimentarsi in questa avventura che lo ha condotto a realizzare questa opera prima, Protocollo Vienna, alla quale è intenzionato a dare rapidamente un seguito.


Marilena Cheli


Marilena Cheli, dopo avere concluso la sua attività di docente in discipline umanistiche, collabora con il Gruppo Letteratura della Casa delle donne di Viareggio; è relatrice di seminari per le scuole medie inferiori e superiori per il Centro Immaginaria (Centro di educazione alla multimedialità) del Comune di Viareggio. Cura gli incontri culturali organizzati dal Club La Bohème, del cui Direttivo è membro, e collabora con la Fondazione Festival Pucciniano sia nella presentazione di volumi degli autori ospiti del festival, sia introducendo l’aspetto storico-letterario delle opere in cartellone. Durante la stagione invernale la stessa attività è svolta con incontri pomeridiani nella Biblioteca Comunale di Torre del Lago. Questa biografia è il suo libro di esordio.


Kenia Catarsi


Kenia Catarsi nasce a Livorno nel 1981. Laureata a Pisa in Mediazione Linguistica nel 2004, è oggi una interprete e insegnante di lingue. Collabora da sempre nell’ambito della vendita al pubblico come promoter e consulente commerciale. Opera con vari tour operator italiani nell’organizzazione ed accompagnamento di gruppi turistici. Un passato di modella ed indossatrice, è oggi una donna profondamente legata alla spiritualità, spiritualità che trova la massima espressione nel 2006, anno del suo incontro con la religione buddista attraverso la quale riesce ancor meglio ad esprimere concretamente i valori di umanesimo e filantropia. Il suo talento letterario si mostra in questa sua opera prima frutto di un lungo e faticoso cammino di esperienze, talvolta anche dolorose, che l’ha condotta verso una maggiore consapevolezza di sé e al
piacere/bisogno di condividere con gli altri il proprio cammino.


Francesca Favaro


Francesca Favaro ha pubblicato le monografie Alessandro Verri e l’antichità dissotterrata (Ravenna, Longo, 1998); Nel segno di Ovidio. Giovanni Boccaccio, Luca Pulci e Lorenzo il Magnifico autori di metamorfosi (Bari, Ladisa, 1999); Le rose còlte in Elicona. Studi sul classicismo di Vincenzo Monti (Ravenna, Longo, 2004); Canti e Cantori bucolici. Esempi di poesia a soggetto pastorale fra Seicento e Ottocento (Cosenza, Pellegrini, 2007). Del 2012 è il volume Costanza Monti, Perugia, ali&no editrice. Nel 2013 è uscita l’edizione commentata, a sua cura, della Feroniade di Vincenzo Monti, pubblicata per conto della Padova University Press; nel 2014 il volume Una “scrittura celeste”: avvicinamenti ad Anna Maria Ortese, Pescara, Edizioni Tracce. Collabora con varie riviste letterarie. Nel 2009 è apparsa la sua prima prova narrativa, il volume Il ciliegio e altri racconti, Perugia, ali&no editrice; del 2010 è il libro Studi e sogni di letteratura, opera miscellanea di saggistica e di scrittura creativa, edito da Ibiskos Editrice Risolo, Empoli. Nel 2011 ha pubblicato il libro di poesie Luci, Cosenza, Pellegrini.


Lucia Frandi


Lucia Frandi nasce nel 1987 a Pisa dove attualmente vive. Laureata in Scienze della Riabilitazione, frequenta a Roma il Corso Nazionale per Operatori teatrali per bambini. La sua grande passione per il teatro la porta a frequentare laboratori e corsi; partecipa, come attrice, al musical 24:00The Contdown prodotto dalla Music Academy Pisa. Organizza e conduce laboratori di Educazione alla Teatralità per bambini e adolescenti anche in ambito scolastico. Da sette anni è responsabile di una compagnia teatrale amatoriale di giovani ragazzi: il ricavato dei loro spettacoli viene devoluto per la ristrutturazione di un orfanotrofio nella Repubblica Democratica del Congo.


Simone Falorni


Simone Falorni, nessuno ha mai capito bene di cosa si occupi. Sembra sia laureato e addirittura ‘masterizzato’, ma non si sa bene in che cosa. L’unica notizia certa è che sono materie che riguardano l’economia e l’ecologia, ma forse anche la politica. Qualcuno giura di averlo visto insegnare all’Università, ma non è dato sapere in quale città. Si possono trovare manuali, ricerche e articoli pseudo scientifici da lui curati, ma è possibile si tratti di un omonimo. Molti gli attribuiscono doti di grande organizzatore, pare abbia contribuito alla realizzazione di importanti eventi culturali, altri lo considerano un lupo solitario che si diletta nel fare foto e recensire osterie per conto di Slow Food. Si mormora che sia un grande appassionato di medicina naturale e che eserciti addirittura come naturopata. Tra le cose che ha fatto, vere o presunte, sicuramente scrive romanzi.


Maria Grazia Forli


Maria Grazia Forli, è nata a Vergemoli ma abita da diversi anni a Gallicano, in provincia di Lucca. È sposata e ha tre figli. Lavora a Castelnuovo di Garfagnana come assistente domiciliare. Ha pubblicato due raccolte di poesie, Semplicemente in e le Voci del cuore, nell’anno 1995. Nel 1997 è uscito il suo primo libro di narrativa dal titolo Sbriciole di vita. Nel maggio del 2011 ha pubblicato una raccolta di poesie, Il Volto della vita. Collabora al periodico “la voce di Tutti” dove scrive poesie e testimonianze di vita.


Dora Muccio Magli


Dora Muccio Magli, è siciliana e vive in un piccolo centro sulle pendici dell’Etna. Si è laureata a Catania e ha insegnato per molti anni materie letterarie. Ha fatto parte della giuria del Concorso Nazionale Caffè Letterario Moak dal 2004 al 2006. Nel 2007 della giuria della VII edizione del Concorso di Narrativa e Poesia Henna Cerere e della IV e V edizione del Concorso di Poesia E-viva la mamma di Modica.
Ha pubblicato: C’era una valle; Stupir lo palato, Non mangiar da struzzo; Quaderni di silenzi; La clessidra di piombo e Stupir lo palato con spezie e cioccolato tutti editi da Editore Il Lunario – Enna.


Pierluigi Montali


Gigi Montali,
Fotografo di Reportage e paesaggista freelance, fondatore del Color’s Light Colorno.
nato a Parma, cittadino del mondo, ha occhi attenti e mano salda. Nel suo percorso fotografico ha attraversato molte aree problematiche del “terzo mondo” allenando così il suo sguardo a paesaggi maestosi e incontaminati in cui l’uomo sembra essere solo una formica, un granello di polvere lungo il fiume della vita che scorre. Umile e silenzioso, davanti al mondo, oltre a saper catturare la magia di luci, tramonti e paesaggi, rendendoli immortali con tecnica sapiente e sguardo lento, nei viaggi che hanno riempito gran parte della sua carriera di fotografo Montali ha imparato a vedere da vicino il mondo, osservandolo di lato e cogliendo i segni che parlano dell’uomo. Da incrollabile ottimista qual è, Gigi Montali sa catturare i valori che costruiscono e rendono forti le comunità. Sottolinea le similitudini molto più delle differenze che rendono l’uomo, suo soggetto d’elezione, un assoluto protagonista e talvolta un eroe. Trasmette la sua essenza con rappresentazioni chiare, suggestivamente narrative, inventando un’immagine nuova rispetto al reportage e alla fotografia di viaggio. Resistendo alla tentazione del pietismo, Montali registra la verità, esaltando la purezza come arma di sopravvivenza.